domenica 30 settembre 2012

Tutorial Reporting Services 2012 introduzione

Riporto l'articolo scritto per il sito http://www.iprogrammatori.it/articoli/programmazione/tutorial-reporting-services-2012/art_introduzione_1214.aspx

In questa seria di articoli, vedremo e capiremo come funziona Reporting Services,  la creazione e gestione dei report nonché tutto il mondo che c’è dietro.
Un tutorial che vuole illustrare al lettore, passo per passo, l’utilizzo della reportistica con Reporting Services e la tecnologia Microsoft .Net .
Dopo aver installato Sql Server 2012 con l’opzione dello strumento Reporting Services, nel menu di Windows, troveremo una sezione dedicata alla sua amministrazione nonché creazione.
Ma vediamo all’opera questo importante e potente strumento per la gestione delle stampe.
Ricordiamo che Reporting Services, gira in ambito Web, quindi sul server o sul pc dev’essere installato con il web server IIS.

Primi passi con Reporting ServicesDal menu "Start", fate click sulla voce “Tutti Programmi”, tra i vari programmi installati, selezioniamo la cartella o meglio la voce di menu “Microsoft Sql Server 2012”, tra le varie voci, selezioniamo la voce “Strumenti di configurazione”, dove tra le varie voci, troviamo la voce di menu “Gestione configurazione Reporting Services” il tutto come mostrato in figura 1.


Figura 1 – la voce di menu, che permette di configurare il report

A questo punto facciamo click su tale voce, in modo che si apre il programma per la gestione dei report.
Verrà visualizza una finestra (figura 2) in cui ci chiede il server in cui collegarci, se è quello di nostro interesse facciamo click sul pulsante connetti, altrimenti troviamo quello su cui dobbiamo lavorare.


Figura 2 – La finestra di connessione al server su cui lavorare

Quando si apre lo strumento troviamo diverse voci di menu sulla sinistra, esse sono molto importanti, perché ci permette di configurare il nostro server report, infatti oltre alla gestione delle utenze e quindi sicurezza, possiamo definire anche il percorso web del server, la gestione dei report, la sicurezza e tanto altro.
Le voci sono quelle riportate in figura 3.


Figura 3  - la gestione del report.

Ma passiamo subito al primo utilizzo, due importanti voci, dobbiamo subito vedere, la prima è quella relativa alla voce di menu “Url Servizio Web” nella quale ci fornisce indicazioni in cui si trova il percorso web per visualizzare i report. Quando facciamo click su tale voce, ci vengono visualizzati diverse informazioni (Figura 3) tra cui in basso troviamo la voce “Url Servizio web reportserver”. Se apriamo quel percorso web, verranno visualizza i report che abbiamo pubblicato che visualizzano i dati.
Se apriamo con IE, tale percorso, vediamo i report pubblicati, come riportato in figura 4 in cui  si trovano due report di test.


Figura 4 – l’elenco dei report pubblicati.
Questa parte l’affronteremo più avanti, quando si parlerà di creazione dei report.
Riprendendo il discorso delle voci di menu, se facciamo click sulla voce di menu “Url Gestione report” figura 5, verranno visualizzate le informazioni riguardante tutto ciò che dovrà gestire il report la voce “url” apre il browser per la manutenzione e gestione dei report, come per la creazione delle cartelle, la gestione della sicurezza,  e tanto altro.


Figura 5 – il percorso web per la gestione dei report.

Facciamo click su tale collegamento,  verrà visualizzata una pagina web, in cui sono riportati i report, le connessioni dati, e le cartelle.
Le voce di menu, situate in alto, nella barra di navigazione, permettono di creare dei report, oppure di creare una connessione ad una fonte dati, oppure impostare una cartella la sicurezza o caricare un file report, il tutto come mostrato in figura 6.
Quando ci avviciniamo, ad un report, nella parte destra, viene visualizza una freccia, se facciamo click su essa, viene visualizzato un menu, in cui è possibile impostare la sicurezza, eliminare, spostare, e tanto altro.


Figura 6 – la   pagina per la gestione dei report

Si conclude qui la prima parte di questo tutorial, nei prossimi  articoli vedremo in maniera più approfondita l'utilizzo di questo ottimo strumento.

Conclusioni

L'articolo ha voluto fornire al lettore una base introduttivo sul primo approccio di questo strumento di reportistica.
Due importanti annotazioni che il lettore deve sempre ricordare, sono gli "url" ossia i collegamenti web, per l'accesso e gestione dei report, l'url di tipo "reports" abbiamo la possibilità di gestire i reports, mentre tramite l'url "reportserver" la visualizzazione dei dati nei report.

sabato 29 settembre 2012

Download Visual Studio 2012

Da qualche settimana è on line la versione finale di Visual Studio 2012.
La versione Express si può scaricare gratuitamente, mentre le altre versioni sono in prova per 90 giorni.
Qui http://www.microsoft.com/visualstudio/ita/products/visual-studio-express-products trovate le varie versioni express, dove ogni prodotto permette di lavorare su uno specifico ambiente.
Abbiamo la versione per l'ambiente web, per desktop e quella relativa solo alle applicazioni Windows 8.
Mentre qui http://www.microsoft.com/visualstudio/ita/downloads?CR_CC=200115769#d-2012-editions trovate le altre versioni di Visual Studio 2012, in versione prova per 90 giorni.

Che dirvi... buona programmazione.

venerdì 28 settembre 2012

Oracle IsNull = NVL

In oracle per utilizzare la funzione IsNull che viene utilizzata in Microsoft Sql Server è NVL, che equivale a quella del database Sql Server.

giovedì 27 settembre 2012

PcZero di Ostia concorso fan Facebook

Il punto vendita PcZero http://www.pczero.info/ , un negozio in zona Ostia (Roma) che effettua riparazioni ed assistenza ai pc, sia Windows che Apple, in questi giorni propone una simpatica iniziativa.
Chi farà click sul pulsante “Mi piace” del loro gruppo Facebook, qui https://www.facebook.com/pczerocomputer?sk=timeline parteciperà all’estrazione (5 ottobre) di 3 Pen Drive Kingston.
Affrettatevi, visto che c’è tempo fino al 30 settembre.Il gruppo di Facebook si trova a questo indirizzo https://www.facebook.com/pczerocomputer?sk=timeline

Giornate Europee della cultura 2012

logo gep 2012



Sabato 29 settembre 2012 e domenica 30 settembre 2012, in tutta Europa, si potranno visitare gratuitamente musei e monumenti statali che aderiscono all'iniziativa le giornate Europee della cultura.
In Italia, per l'occassione, diversi musei resteranno aperti con ingresso gratuito.
Qui http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_903794572.html  trovate maggiori informazioni.
L'Italia ha una patrimonio importante unico al mondo, per questo invitiamo a partecipare.









mercoledì 26 settembre 2012

Evento light 2012

logo

Ritorna il grande appuntamento con la ricerca.
Anche quest'anno a Roma, si svolgerà il grande evento Light http://www.eventolight.it/ una serie di attività dedicate alla scoperta della scienza, in compagnia di esperti.
L'evento è gratuito e si tiene presso il planetario e museo astronomico di Roma. L'evento si inserisce nella settimana dei ricercatori.

Per maggiori informazioni visitate il seguente sito http://www.eventolight.it/

martedì 25 settembre 2012

Entity Framework Error 75: Key Part: for type is not valid. All parts of the key must be non nullable.

Quando si utilizza Entity Framework, può capitare (per l'aggiunta di una vista), che viene visualizzato il seguente errore.
"Error 75: Key Part: for type  is not valid. All parts of the key must be non nullable."
Come nel caso di una vista come quella riportata nel post di ieri http://emanuelemattei.blogspot.it/2012/09/entity-framework-tableview-does-not.html la vista ha un campo ID, creato dinamicamente, quindi essendo chiave non risulta nullable,.
Per risolvere il problema, dovete seguire questa procedura, semplice semplice.

In esplora soluzione fate click con il tasto destro sul file di tipo ".Edmx".
Dal menu che viene aperto, selezionare "Apri con.."
Dalla finestra che viene aperta, selezionare la voce "Editor XML (Testo)"
A questo punto, il file .edmx sarà visualizzato in formato "XML".
Cercate l'entità (vista) che vi scatena questo errore, e nella definizione di essa, impostate il campo "ID" con l'attributo nullable= false.
Salvate il tutto e vedrete che la linea (di norma blu) che sottolinea l'errore non verrà più visualizzata.

Qui di seguito si riporta un esempio.

<

EntityType Name="VWMiaVista">

<

Key>

<

PropertyRef Name="ID" />

</

Key>

<

Property Name="ID" Type="number" Nullable="false" />

<

Property Name="TOTALE" Type="number" />

<

Property Name="DESCRIZIONE" Type="varchar2" MaxLength="100" />

         

 
</

EntityType>

lunedì 24 settembre 2012

Entity Framework The table/view does not have a primary key defined and no valid primary key oralce

Se utilizzate Entity Framework con Oracle, e provate ad aggiungere un vista, può capitarvi che vi visualizza questo messaggio informativo anche se compilando non vi da nessun errore o impedimento:
"The table/view does not have a primary key defined and no valid primary key"
Questo è dovuto al fatto che la "Vista" non contiene un campo ID chiave.
Se non potete riportare il campo chiave (per esempio nel caso di una query con una clausola Group By)  dovete crearlo in esecuzione, per esempio con la funzione "ROW_NUMBER()".
Qui di seguito riportiamo la query

Select (nvl(ROW_NUMBER() OVER(ORDER by TR.IDERRORE),0))  as ID,  Count(TR.IDERRORE) as TOTALE, EG.DESCRIZIONE as DESCRIZIONE from TabA FS
left join TabB TR ON FS.ID = TR.ID
left join  TabC EG on TR.ID = EG.ID
where FS.Campo = 'E' 
GROUP BY TR.ID, EG.CD

In questo modo viene creato un campo ID fittizio.
Ora dobbiamo renderlo primary Kky, per far ciò, in Oracle dobbiamo eseguire il seguente comando Sql.

alter view MiaVista add constraint id_pk primary key (ID) disable;

A questo punto, andate nel designer di Entity Framework ed aggiornate la vista, il messaggio di errore non verrà visualizzato.


domenica 23 settembre 2012

condividere file su spazio web (hosting free)

Oggi vi segnalo un fantastico servizio gratuito web, per la condivisione dei file.
Il sito http://jumpshare.com/ permette di selezionare i file dal proprio pc, e condividerli on line.
Questo spazio (hosting) per alcuni giorni, darà la possibilità di mantenere sul server i file caricati, in modo che possiamo segnalarli ai nostri amici.
Il servizio è gratuito non richiede nessuna registrazione o email.
Una volta inserito il file, verrà riportato il link dove poterlo scaricare.
Ottimo servizio.

sabato 22 settembre 2012

download free ebook il dottore dei computer volume 9

Dal seguente sito http://www.ildottoredeicomputer.com/2012/09/il-dottore-dei-computer-volume-9.html potete scaricare il volume 9, del libro gratuito "Ebook il dottore del computer".
Nel file sono riportati interessanti consigli, e trucchi sul mondo dei computer o sulle tecnologie.
Il libro è scaricaribile gratuitamente ed in lingua italiana.

venerdì 21 settembre 2012

Recensione libro SEO E SEM. GUIDA AVANZATA AL WEB MARKETING





















Scheda del libro
Autore:MALTRAVERSI MARCO
Fomato:496 pag - 17x24 bn
Prezzo:37,00 (25,99 ebook)
ISBN:9788866042389
Anno edizione:2012
Argomento:Informatica
Collana:digital lifestyle pro


Uno dei migliori libri in ambito di SEO e web marketing, il libro Seo e Sem guida avanzata al web marketing http://www.fag.it/libro_seo_e_sem__guida_avanzata_al_web_marketing_38948.aspx della casa editrice http://www.fag.it è il miglior libro che ogni webmaster o responsabile marketing devono avere con se, nella promozione del proprio sito.

L'autore Marco Maltraversi, ha pubblicato  libri ed articoli, ed è abbastanza preparato in fatto di tecniche di SEO.

Ma vediamo in dettaglio i vari capitoli di questo ottimo libro.

 Il primo capitolo, come in ogni libro professionale che si rispetti, viene fornita una valida ed ampia introduzione ai motori di ricerca, all’indicizzazione ed altro ancora. Un capitolo che affronta in maniera esaustiva il tema dei motori di ricerca.

Il secondo capitolo, dopo una breve introduzione al SEM ossia al web marketing, il lettore verrà guidato pagina dopo pagina, alla conoscenza di questo mondo, comprendere le regole del marketing in ambito web, ed informazioni interessati e siti di grande utilità.

Nel terzo capitolo si passa alla pratica, il lettore inizierà a conoscere gli strumenti a disposizioni, ed a comprendere le tecniche per non fallire. Il capitolo è interamente dedicato a consigli pratici sull’assegnazione del nome del dominio e alle parole chiavi per il sito. Un capitolo che fornisce al lettore una buona conoscenza dell’argomento trattato.

Il capitolo quarto, è rivolto soprattutto alle persone che si dedicano della creazione della pagina web, quindi ai tecnici, come i programmatori. In questo capitolo si affrontano i tag delle pagine web, ossia il linguaggio di markup per la pagina web (html), consigli pratici su come rendere il nostro sito appetibile ai motori di ricerca.

Il quinto capitolo, affronta un argomento interessante che non è utile solo per l’indicizzazione nei motori di ricerca, ma anche come base fondamentale per coloro che devono realizzare siti internet, ossia la navigazione di un sito. L’importanza di una buona navigazione nel sito, che permetta al navigatore di trovare le informazioni che gli servono è molto importante, sia per l’indicizzazione dei motori di ricerca, ma anche per fornire al visitatore indicazioni importanti sulla nostra azienda e sito.

Il capitolo 6, fornisce interessanti indicazioni su come migliorare le prestazioni del sito, ossia renderlo veloce. Nella parte finale del capitolo, riguarda la creazione di siti web per la visualizzazione nei dispositivi mobili.

Con il capitolo 7 si passa ad un argomento molto interessante, come la possibilità di rendere il nostro sito multilingua. Dopo una breve introduzione su come impostare la struttura del sito per questa situazione, l’autore del libro inizia addentrarsi nella parte tecnica con indicazioni interessanti. Un capitolo più breve dei precedenti, ma con interessanti spunti.

Nel capitolo ottavo, si riprende il tema del web marketing, in questo capitolo, vedremo come scrivere del testo in maniera persuasiva. Il lettore nel leggere il capitolo acquisirà le conoscenze fondamentali per la stesura del testo nei propri siti e/o blog.

Il capitolo nono, vengono illustrate tecniche di come la posizione nei risultati dei motori di ricerca, può essere influenzata indipendentemente dal nostro sito. Vedremo come la segnalazione in altri siti o altra tecnica può migliorare la nostra posizione. Un capitolo interessante.

Nel capitolo 10, l’autore del libro fornisce al lettore interessanti indicazioni sul motore di ricerca Google, in particolare i servizi che mette a disposizione ai webmaster. Un capitolo tutto dedicato a questo motore di ricerca.
Il terzultimo capitolo di questo fantastico manuale, riguarda i social network, vedremo come migliorare la nostra visibilità con gli strumenti più utilizzati in questo momento, come facebook, google plus, Myspace e tanti altri nuovi strumenti che gli utenti utilizzano.

Nel penultimo capitolo, si passa a dei consigli pratici per evitare che il nostro sito venga penalizzato. In questo capitolo l’autore del libro, fornisce al lettore consigli per evitare errori che si possono commettere.

Nell’ultimo capitolo (13) vedremo come utilizzare quelle tecniche non “ammesse” per il posizionamento nei risultati del nostro sito, tecniche in cui si rischia di essere penalizzati. Un capitolo che vuole fornire delucidazioni al lettore, una tecnica da evitare, ma che qualche concorrente potrebbe ricorrere pur di vedersi migliorato la propria posizione.

Le appendici contengono interessanti informazioni, indispensabili per coloro che devono realizzare siti web.
Qui di seguito i vari capitoli di questo libro.

1) I motori di ricerca e le loro funzionalità
2) Strategia, pianificazioe e web marketing: L'efficacia del sem
3) SEO Gentile: L'inizio dell'ottimizzazione on page
4)  Linee guida per lo sviluppo di siti web seo Friendly
5) Architettura di un web project SEO
6) Performance e ottimizzazioni di un web project SEO
7) Siti multilingua per la SEO e il SEM
8) Copywriting e tecniche di persuasione sul web
9) Straregie off page: Gestire i fattori esterni
10)  Mondo Google e i servizi web dei search engine
11) SEM (Search Engine Marketing) e SMO (Social Media Optimization): L'evoluzione del posizionamento
12) SEO: Cosa evitare e come gestire le penalizzazioni
13) Black hat SEO e strumenti SEO
Appendice A) Funzionalità e nomenclature
Appendice B) I principali motori di ricerca


Conclusioni
Un libro indispensabile per coloro che si occupano di web marketing, e che creano siti web e vogliono renderli indicizzati nei vari motori di ricerca. Con questo libro si migliora la propria posizione nei motori di ricerca e si realizzano siti a regola di web marketing. In tutti capitoli, sono forniti esempi, illustrazioni, dati, e soprattutto siti, come tools e strumenti indispensabile ad ogni webmaster o persona che deve occuparsi di siti web.

giovedì 20 settembre 2012

Introduzione a FileHelpers VB.Net e C#

Riporto l'articolo scritto per il sito http://www.iprogrammatori.it/articoli/programmazione/art_utilizzare-filehelpers-library_1204.aspx
Qui di seguito verrà illustrato l’utilizzo di FileHelpers, una libreria gratuita per la gestione dei file di testo.
Il tutorial, di cui questo articolo è la prima parte, è composto da tre articoli, che forniscono le basi per l'utilizzo di questo interessante componente.
Questa libreria completamente gratuita, permette di gestire nei propri progetti .Net, i file di testo, delineati con un particolare carattere.
Andare nel sito http://filehelpers.sourceforge.net/  scaricare nella pagina Download il progetto, al momento la versione è ferma sulla 2.0.
Dopo averla scaricata, se avete installato Visual Studio 2010, vi chiederà di convertirla, procedete con la conversione automatica.
Al termine della conversione, troveremo tre progetti.
Il progetto FileHelpers.2005 contiene la dll che dovremmo utilizzare nei nostri progetti, il progetto “FileHelpers.Demos.2005” contiene esempi di utilizzo di questo componente,  il progetto  “FileHelpers.ExcelStorage” la gestione dei file Excel,  il progetto “FileHelpers.Tests” relativo ai test,  ed infine il progetto “FileHelpers.WizardApp” riguardante il Wizard per la creazione delle classe ed esempio.
Di norma il progetto di avvio, è impostato su “FileHelpers.WizardApp” assicuriamoci che è così ed avviamo il progetto.
All’avvio, verrà visualizzata una Windows Form, come mostrato in figura 1, che ci permette di seguire una procedura guidata per la creazione di una classe per la gestione del file.


Figura 1

 

Il campo RecordClass Name, ci fornisce il nome della classe, mentre, il riquadro “Select the record Type” ci indica il tipo di lettura dei dati.
Dopo aver impostato i dati, per esempio il nome della classe lo chiameremo “ClasseLeggiFile” mentre selezionamo l’opzione “Delimited by vertical bar” dopo aver selezionato opportunamente la scelta “Delimited record”
A questo punto facciamo click sul pulsante “Next”, dove viene visualizzata la seconda schermata, in cui ci indica quali proprietà deve avere, il tutto come mostrato in figura 2 ed altre opzioni.



Figura 2

Dopo aver impostato i vari dati, per esempio nel campo “Number of Fields”, a 3.
Facciamo click sul pulsante “Next”,  ci viene visualizzata una finestra in cui ci fornisce indicazione per impostare le varie proprietà. Come si vede in figura 3 , sono indicati i vari campi, uno di tipo intero e due di tipo stringa.


Figura 3

Nella parte destra, viene riportato il codice della classe da inserire nel nostro progetto, tramite la casella combinata situata in alto a destra, possiamo selezionare il tipo di linguaggio.
Se facciamo click sul pulsante “Next” ci visualizzerà l’ultima finestra di questo Wizard, con un esempio di codice di utilizzo, il tutto come mostrato in figura 4.


Figura 4.

Anche in questo caso, nella parte in alto, troviamo la casella combinata, che ci indica il codice di programmazione che vogliamo come esempio di codice.

Stesura del codice
Si crea un nuovo progetto Windows Application, in riferimento al linguaggio di proprio interesse.
Dopo aver creato il progetto, referenziamo la dll “FileHelpers”, tramite il menu di scelta rapida di “Esplora Soluzione” selezioniamo “Aggiungi riferimenti…” e nella finestra che viene visualizzata, selezioniamo la dll che si trova nel progetto “FileHelpers” precedentemente utilizzato.
Come si vede in figura 5, verrà visualizzata nei riferimenti del progetto.


Figura 5
A questo punto, passiamo in visualizzazione codice, ed inseriamo lo spazio dei nomi per l’utilizzo di questa libreria.
Qui di seguito si riporta il codice delle suddette operazioni.
VB.Net
Imports FileHelpers

C#
using FileHelpers;
Si crea la classe, generata dal wizard, creata in precedenza, che ci permette di gestire i vari campi o meglio le colonne.

VB.Net
<DelimitedRecord("|")> _
Public NotInheritable Class ClasseLeggiFile


    Public ID As Int32

    Public Nome As String

    Public Cognome As String


End Class

C#
    [DelimitedRecord("|")]
    public sealed class ClasseLeggiFile
    {

        public Int32 ID;

        public String Nome;

        public String Cognome;


    }

Aggiungiamo al progetto un pulsante, in modo che possiamo scrivere il codice di lettura del file di testo.
Qui di seguito riportiamo lo schema del file di testo, delineato da tre colonne (id, nome e cognome).
1|ema|ma
2|olga|fot
3|ale|maffei
3|emanuele|maffei
Nell’evento click, scriviamo il codice per leggere i dati.


VB.Net

Private Sub BtnLeggi_Click(sender As System.Object, e As System.EventArgs) Handles BtnLeggi.Click
        Try
            Dim engineLeggi As New FileHelperEngine(Of ClasseLeggiFile)()
            engineLeggi.ErrorManager.ErrorMode = ErrorMode.SaveAndContinue

            Dim Risultato As ClasseLeggiFile() = engineLeggi.ReadFile("FileTesto.txt")

            If engineLeggi.ErrorManager.ErrorCount > 0 Then
                engineLeggi.ErrorManager.SaveErrors("Errore.txt")
            End If
            'leggo le singole righe
            For conta As Integer = 0 To Risultato.Length - 1
                MessageBox.Show(Risultato(conta).Nome & " " & Risultato(conta).Cognome)
            Next
        Catch ex As Exception
            MessageBox.Show(ex.Message)
        End Try
    End Sub
End Class

C#
private void BtnLeggi_Click(object sender, EventArgs e)
        {
            try
            {



                FileHelperEngine<ClasseLeggiFile> engineLeggi = new FileHelperEngine<ClasseLeggiFile>();

                engineLeggi.ErrorManager.ErrorMode = ErrorMode.SaveAndContinue;

                ClasseLeggiFile[] Risultato = engineLeggi.ReadFile(@"FileTesto.txt");

                if (engineLeggi.ErrorManager.ErrorCount > 0)
                    engineLeggi.ErrorManager.SaveErrors("Errore.txt");

                //leggo le singole righe
                for (int conta = 0; conta < Risultato.Length; conta++)
                {
                    MessageBox.Show(Risultato[conta].Nome + " " + Risultato[conta].Cognome);
                }
            }
            catch (Exception ex)
            {

                MessageBox.Show(ex.Message);
            }

        }

Come si vede dal codice precedente,  si crea oggetto di tipo FileHelperEngine, passando come  parametro il nome della classe creata in precedenza. Il metodo readFile, permette di leggere i dati del file di testo.

Conclusioni
Questo articolo ha fornito le basi introduttive all'utilizzo della libreria FileHelpers, tramite la parola download potete scaricare il file di esempio.
Download

Riferimenti:
http://filehelpers.sourceforge.net/

mercoledì 19 settembre 2012

vivo next portable programma per ipovedenti e dislessici

ViVo Next ed il computer legge tutto per te
Il mio amico Antonio, mi informa della nuova versione di Vivo Next, un programma in italiano molto importante per coloro che utilizzano il computer ma hanno problemi di vista, come gli ipovedenti e dislessici.
Il programma, creato da italiani ed in lingua italiana, aiuta le persone con problemi ad utilizzare il computer in maniera semplice.
Il programma è portable, ossia non richiede nessuna installazione, tramite il doppio click sul file eseguibile si avvia semplicemente.
Un programma unico e molto importante.
Per maggiori informazioni e download visitate il seguente sito http://www.istitutomajorana.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2041&Itemid=33

Complimenti ad Antonio e Silvio per questa grandissima opera.


martedì 18 settembre 2012

Visual studio 2010 Entity Framework e Oracle

Riporto l'articolo scritto per il sito http://www.iprogrammatori.it/articoli/programmazione/art_visual-studio-2010-entity-framework-e-or_1203.aspx

Introduzione
In questo articolo, vedremo come utilizzare Entity Framework da Visual studio 2010, per oracle.
Dopo aver installato i componenti di Entity Framework per Oracle, dal sito di Oracle, andate nella barra “Esplora server”  (figura 1) ed aggiungete una connessione dati ad una fonte dati di Oracle.




Figura 1

Dopo aver confermato il tutto, nella barra del server, per la gestione dei dati, troveremo l'elenco delle tabelle per la fonte dati a cui ci siamo connessi.
Come si vede in figura 2, sono riportate le tabelle a cui ci siamo collegati.



Figura 2 - la fonte dati a cui ci siamo collegati.

Dalla finestra di "Esplora server" facciamo click con il pulsante destro sul nome del progetto, e nel menu che viene visualizzato, selezioniamo l voce "Aggiungi" e successivamente, la voce "Nuovo elemento...". Nella finestra che viene aperta (figura 3) selezioniamo il progetto "Ado.Net Entity Data Model ", in questo modo verrà avviato l'autoguida.

Figura 3 - La scelta del modello per Entity Framework.

Facciamo click sul pulsante "Aggiungi" e seguiamo la procedura che verrà avviata.
Ci verrà chiesto (figura 4) che tipo di modello vogliamo implementare, selezionimo quello relativo al "Genera da Database".


Figura 4 - Il modello di gestione dei dati.

Dopo aver selezionato il modello "Genera da database", fate click sul pulsante avanti, nella finestra successiva (figura 5) impostare il collegamento ad una fonte dati, ricordando di mettere la spunta sull'opzione "Salva impostazioni di stringa di connessione entity in app,config."


Figura 5 - la connessione alla fonte dati.

L'ultima finestra di questa autocomposizione  o meglio Wizard (figura 6) ci chiede quali tabelle vogliamo selezionare.


Figura 8 - la selezione delle tabelle .

Selezioniamo le tabelle di nostro interesse (possiamo anche selezionare viste e stored procedure) e confermiamo il tutto tramite il pulsante Fine.
A questo punto avremmo la nostra gestione dei dati, tramite Entity Framework, su base dati Oracle.

Conclusioni

L'articolo ha voluto fornire al lettore le basi per un primo utilizzo di Entity Framework, con una fonte dati diversa da quella che nei maggior casi viene utilizzati.
Come si è visto, Entity Framework, è molto flessibile, e si può utilizzare anche con database come Oracle.

lunedì 17 settembre 2012

Download Windows 8 versione di valutazione

Dal seguente sito http://technet.microsoft.com/it-it/evalcenter/hh699156.aspx?ocid=wc-nl-insider
potete scaricare la versione di valutazione (90 giorni) di Windows 8 Enterprise.
Ricordiamo di installare questa versione su macchine virtuali o di test.

domenica 16 settembre 2012

Recensione libro: Microsoft Access 2010 Programamazione VBA




















Scheda del libro
Autore:SALVAGGIO ALESSANDRA
Fomato:336 pag - 17x24 bn
Prezzo:25,00 (17,99 ebook)
ISBN:9788866040811
Anno edizione2012
ArgomentoInformatica
Collana:digital lifestyle pro


La terza edizione del libro Microsoft Access 2010 programmazione VBA http://www.fag.it/libro_access_2010_programmazione_vba_38955.aspx  edito della casa editrice FAG http://www.fag.it/ fornisce interessanti suggerimenti ed indicazioni a chi utilizza o per chi si vuole avvicinare alla programmazione di Access tramite il linguaggio di programmazione Visual Basic Application (VBA).
I capitoli forniscono all'utente che man mano legge questo manuale, alcune funzionalità di Microsoft Acess, con esempi pratici.
Alcuni capitoli sono molto brevi, anche di due o tre pagine, ma la finalità del libro è proprio quello di concentrarsi il tutto sulla pratica.
Il libro affronta la parte del codice VBA, ma anche l’ambiente di sviluppo, ossia l’interfaccia che utilizzerà l’utente per scrivere le applicazioni.
Oltre alle varie funzionalità del linguaggio VBA, quindi di alcune parole chiavi di questo linguaggio, vengono illustrati alcuni controlli, la possibilità di personalizzare l’aspetto dell’interfaccia, il tutto con esempi pratici.
Troviamo anche alcuni capitoli che illustrano particolari funzionalità come la verifica del codice fiscale, iban e della partita iva.
Al termine di questa parte, si trovano anche argomenti di uso comune, ed avanzati come la creazione di report, l’integrazione con il programma di video scrittura Microsoft Word, l’invio di email, il Debug, e l’utilizzo di DAO ed ADO per l’accesso ai dati.




Qui di seguito i vari capitoli di questo libro.
Introduzione a VBA
1) Creare un navigatore personalizzato
2) Disabilitare alcuni pulsanti
3) Risolvere un piccolo problema: Gli operatori and e or
4) Copiare i controlli e il codice da una maschera all'altra
5) Assegnare il fuoco al controllo corretto
6) Una maschera in sola lettura
7) Terminare le modifiche alla maschera
8) Creare un messaggio personalizzato in risposta ad un'azione dell'utente
9) Filtrare i dati di una maschera
10) Mostrare visivamente che i record sono filtrati
11) Filtrare la mschera in modalità di sola lettura
12) Creare una maschera a origine multipla
13) Attivare e disattivare le sottomaschere
14) Contare i record di una sottomaschera
15)  Inviare un'e-mail
16) Le variabili
17) Interagire con l'utente
18) salvare un oggetto del database in PDF
19) Gestire gli errori
20) Verificare che l'utente abbia compilato integralmente una maschera
21) Mostrare un dato con una barra
22) Una finestra di zoom
23) Attivare e disattivare un controllo
24) ADO
25) Verifica della partita IVA
26) Verifica del codice fiscale
27) Verifica del codice IBAN
28) I Report
29) Cambiare colore agli oggetti grafici
30) Interagazione con Microsoft Word
31) Un gruppo di opzioni
32) Applicazione database
33) Ancora sull'invio di e-mail
34) Debug del codice
35) Migliorare l'editor
36) DAO
37) ADO e ADOX

Conclusioni
Un libro che fornisce interessanti spunti e soprattutto delle importanti basi di programmazione per chi utilizza Microsoft Access per uso quotidiano. Il libro si riferisce alla versione 2010, ma alcuni capitoli si possono utilizzare anche con la versione precedente. Il libro contiene numerosi esempi di codice ed immagini. Se il lettore sta cercando un libro in italiano, che spieghi le basi della programmazione Microsoft Access, con Visual Basic Application, questo libro fa al caso vostro.

sabato 15 settembre 2012

Evento gratuito nanoforum

L'evento Nanoforum http://www.nanoforum.it/ che si svolgerà a Roma, presso l'università La Sapienza, facolta di ingegneria, è un evento gratuito riguardante le nanotecnologie.
L'evento si svolgerà, dal 24 settembre al 26 settembre 2012.

Per maggiori informazioni e per la registrazione gratuita on line, consultare il sito indicato.

venerdì 14 settembre 2012

Programma gratuito per comprimere e decomprimere file e cartelle

IZArc - Zipping












Antonio, mi informa di un software gratuito per comprimere e decomprimere i file e cartelle.
IZarc, è un programma gratuito, affidabile, che permette di comprimere e decomprimere file e cartelle, un'alternativa ai famosi software a pagamento.
Per il download e maggiori informazioni, visitate il sesguente sito http://www.istitutomajorana.it/index.php?option=com_content&task=view&id=355&Itemid=33

giovedì 13 settembre 2012

editor on line pdf

Come riportato dal sito di Lux, qui http://www.vincechiosa.com/2012/08/pdf-maker-app-editor-online-gratuito.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+VinceChiOsa+%28VINCE+CHI+OSA%29 esiste uno strumento on line, che permette di modificare e creare file pdf on line, senza registrazione e senza installare software.
Il sito, visibile qui http://pdfmakerapp.com/ è in lingua inglese, ma molto semplice da utilizzare.
La forza di questo sito, e che permette di creare ottimi file pdf ed in maniera gratuita e senza registrazione o inserimento di email.
Da provare.

mercoledì 12 settembre 2012

Panasonic le nuove cuffie Panasonic

Giovedì 20 settembre, dalle ore 19.00 presso Old Fashion cafè  a Milano (via Emilio Alemagna 6) Panasonic http://www.panasonic.it in collaborazione con l'istituto Marangoni presenteranno le nuove cuffie.
Un happy hour tra moda e tecnologia, un evento imperdibile per tutti gli appassionati.

Deserialize JSON Data on dataTable

Se vogliamo trasformare dei dati in formato Json in un oggetto di tipo DataTable, tramite il metodo Deserialize di Json, permette di fare ciò.
Qui di seguito un esempio:

DataTable oggetto = JSON.Deserialize<DataTable>(listaOggettiJson);

martedì 11 settembre 2012

sito fai da te mania

Il sito http://www.faidatemania.it/ è un portale in italiano, dove si trovano numerosi tutorial e guide, su come sistemare oggetti presenti in casa.
Insomma, un ottimo manuale gratuito sul bricolage.

lunedì 10 settembre 2012

Monogame xna per iphone e ipad

MonoGame  - Write Once, Play Everywhere

Monogame, è un framework gratuito che permette di portare le proprie applicazioni XNA su piattaforma Iphone, ipad, Android, ed altri ancora.
Qui http://monogame.codeplex.com/ trovate maggiori informazioni ed il link del download.


domenica 9 settembre 2012

Javascript getting the text from a dropdownlist

Se vogliamo rilevare il valore del testo tramite javascript di un controllo DropDownList, dobbiamo utilizzare la proprietà options del metodo getElementById.
Qui di seguito il codice markup del controllo dropdownlist.

<asp:DropDownList ID="ddlesempio" runat="server">

<asp:ListItem Value="1">Valore 1asp:ListItem>

<asp:ListItem Value="2">valore 2asp:ListItem>


asp:DropDownList>




Qui di seguito il codice Javascript che rileva il valore della proprietà text del controllo.

var lNomeFondoVita = document.getElementById("ctl00_masterpage_ddlesempio").options[document.getElementById('ctl00_masterpage_ddlesempio').selectedIndex].text;










sabato 8 settembre 2012

Evento NI Embedded Technology Summit 2012



Dal 3 ottobre 2012 al 25 ottobre 2012, in diverse città italiane si svolgerà un tour da parte della società National Instruments Italia, in cui verranno illustrati l'utilizzo dei loro software in ambito Embedded.
L'evento della durata di una giornata, prevede due sessioni, una la mattina ed una il pomeriggio.

Per maggiori informazioni e per la registrazione gratuita, visitate il seguente sito http://italy.ni.com/embedded-technology-summit

Che dirvi... buono studio.

venerdì 7 settembre 2012

Evento gratuito sulla sicurezza



A milano, 11 settembre 2012, si svolgerà un evento pratico in ambito di sicurezza.
L'evento RSA Security vs Ethical Hacker della durata di mezza giornata, fornisce interessanti indicazioni sulla sicurezza informatica.
L'evento è gratuito, qui http://www.redco.it/cv/news/invito%20evento%20rsa.htm trovate il modulo di registrazione e l'agenda completa.

giovedì 6 settembre 2012

free download ebook: Programming Windows 8 Apps with HTML, CSS, and JavaScript


















Dal seguente sito http://blogs.msdn.com/b/microsoft_press/archive/2012/06/04/free-ebook-programming-windows-8-apps-with-html-css-and-javascript-first-preview.aspx si può scaricare il libro "Programming Windows 8 Apps with html, css, and Javascript" in formato pdf e lingua inglese.

Il file contiene i primi 4 capitoli di questo libro.

Che dirvi... buona lettura :-D

mercoledì 5 settembre 2012

Download di Microsoft Office 365 ProPlus Preview

Dal mese di luglio 2012, è disponibile la versione beta del nuovo pacchetto di Microsoft Office 2012 o meglio Office 13.
Dal seguente sito http://technet.microsoft.com/it-IT/evalcenter/hh973391.aspx?wt.mc_id=TEC_114_1_6 potete scaricare questa versione da provare in attesa della versione definitiva.
Ricordo che essendo una beta, potrebbe comportare dei problemi ad altre versione di Microsoft office o presentare qualche bug, per tanto si consiglia l'installazione su macchina virtuale.

martedì 4 settembre 2012

Oracle concatenare stringhe

In Oracle per concatenare le stringhe si usa il simbolo ||. Qui di seguito si riporta un esempio

Select Campo1 ||' - '|| campo2 from NomeTabella

lunedì 3 settembre 2012

Download Format Factory 2.96 italiano portable usb

Format Factory 2.96 portable italiano









Il nostro amico Antonio, ci informa del nuovo rilascio di Format Factory portable, scaricabile qui http://www.istitutomajorana.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2030&Itemid=33 .
Format Factory, è un ottimo software gratuito che permette di convertire i file da un formato ad un altro.
Il software non richiede nessuna installazione, essendo portatile.

domenica 2 settembre 2012

Icone di macchine gratuite

12 Car Icons
Come riportato nel sito di Vince chi osa http://www.vincechiosa.com/2012/07/30-pack-di-icone-gratis-di-automobili.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+VinceChiOsa+%28VINCE+CHI+OSA%29 per coloro che sono alla ricerca di icone in ambito auto, dal seguente sito http://naldzgraphics.net/freebies/free-car-icon/ possono scaricare numerose immagini che riguardano automobili, il tutto gratuitamente.